L A T I N A – Giustizia al collasso, gli avvocati guidati da Dino Lucchetti in rottura con il passato

PER LA LISTA DEI CANDIDATI APRI QUI’ IL PDF:
LUCCHETTI pieghevole (1)

Il Capolista di "Rinnovamento" Avv. Ezio Lucchetti

Il Capolista di “Rinnovamento” Avv. Ezio Lucchetti

Cari Colleghi,

Ho scelto di partecipare alle prossime elezioni per il rinnovo del Consiglio dell’Ordine, dopo qualche anno di assenza, aderendo all’invito di molti Colleghi.

Confesso che è stata una scelta dell’ultimo minuto (l’incertezza determinata dall’impugnazione al TAR del regolamento per le elezioni e la convocazione a breve termine dell’ assemblea per il voto, non consentivano di fare altrimenti) e difficile.

Candidati della Lista "Rinnovamento" tra i quali CARLA VANI e LUCA SCIPIONE amici di Luigi Cocomello

Candidati della Lista “Rinnovamento” tra i quali CARLA VANI e LUCA SCIPIONE amici di Luigi Cocomello

Difficile innanzitutto perché nutro sincera stima per coloro che, sino ad oggi, hanno fatto parte del Consiglio dell’Ordine e per coloro che, nel segno della continuità, si sono candidati a rappresentarlo ancora. Essere a capo di una lista che si propone come alternativa al Consiglio uscente mi sembrava però l’unico modo per proporre un reale cambiamento in seno al consesso. Gli anni appena trascorsi hanno segnato una profonda modificazione dell’Avvocatura e, per noi iscritti all’Ordine di Latina (ma occorre dire per tutti i cittadini della provincia), mortificazioni e lacerazioni che hanno inciso sul modo di esercizio della professione e, in molti casi, posto seri interrogativi sull’opportunità di proseguire l’attività. Evidentemente non tutto è dipeso dall’Ordine, che anzi ha cercato di contrastare (con quali risultati, non sta a me giudicarlo) gli effetti devastanti delle recenti riforme. La prospettiva che fossimo chiamati a votare – come è avvenuto nelle ultime elezioni – esprimendoci su un’unica lista mi sembrava penalizzante per il principio del pluralismo e dell’alternanza, che sono i necessari presupposti per la formazione di un efficiente e dinamico Organo rappresentativo della categoria.

Soprattutto in un momento in cui occorre ritrovare e assumere un ruolo propositivo e propulsivo per evitare che gli Avvocati, ma ancor prima i cittadini, possano subire ulteriori lesioni di diritti, alla tutela dei quali la nostra professione è funzionalmente preposta con un riconoscimento di rango costituzionale.

Un esempio ? Non possiamo continuare a permettere che i processi penali e civili pendenti nella Sezione di Gaeta siano discriminati rispetto agli altri. Né dovremo consentire che ciò accada, a breve termine, per i processi attualmente pendenti a Terracina. Tutti i diritti dei cittadini meritano uguale tutela, che deve essere garantita, rafforzata e velocizzata per tutti i processi (non solo per quelli provenienti dalle Sezioni distaccate). Un altro esempio ? La Giustizia deve essere amministrata in locali idonei, con forme dignitose e Cancellerie efficienti. Questi gli impegni prioritari, che potranno essere soddisfatti solo con una leale, incisiva e rigorosa collaborazione con Magistratura, Personale Amministrativo, Istituzioni e forze politiche. Di più: dovremo guardare al futuro prevenendo ulteriori scriteriate riforme che possano incidere in senso negativo sulla professione e sul territorio e – al tempo stesso – proponendo più razionali forme di dislocazione degli Uffici Giudiziari (penso, per esempio, a territori come Aprilia e Cisterna, che possono a buon diritto invocare un Ufficio del Giudice di Pace).

In secondo luogo è stato difficile scegliere in poche ore i candidati, tra i tanti Colleghi che con entusiasmo si sono proposti e i tanti che – se ce ne fosse stato il tempo e la possibilità di tempestiva informazione – probabilmente avrebbero messo a disposizione la loro candidatura. E’ ad essi che mi rivolgo: tutti i candidati della ‘Lista Dino Lucchetti – Insieme per il rinnovamento’ sono uniti da un comune intento. Aprire l’Ordine alla collaborazione, ai suggerimenti e alla partecipazione di coloro che, individualmente o in forme associative, intendano migliorare la nostra professione e le condizioni per il suo esercizio. La scelta, seppur effettuata in tempi strettissimi, è stata agevolata dallo spirito di servizio che anima tutti coloro che hanno espresso la disponibilità a candidarsi o, più semplicemente, a sostenere la lista.

Uno dei principali obiettivi che ci proponiamo, infatti, è dare al nuovo Consiglio dell’Ordine un’impostazione di apertura concreta ad ogni progetto, idea o proposta che sia utile al miglioramento della condizione professionale, attraverso lo scambio costante di opinioni, così da rendere l’organo rappresentativo dell’Avvocatura realmente vivo, dinamico e in linea con il concetto di condivisione che ci ha spinto ad intraprendere questa iniziativa.

Sin d’ora quindi invitiamo tutti i colleghi che abbiano interesse ad una partecipazione attiva alla programmazione a contattare i candidati per avviare insieme un percorso produttivo, che nasca dal pluralismo e dall’impegno comune.

Con questo oneroso progetto di servizio per gli Avvocati, ci proponiamo di rinnovare il nostro Consiglio:

Dino Lucchetti

Insieme per il rinnovamento

EDITORIALE

Translate »