TEVERE: più di 1000 lavoratori laziali formati in un anno con Fondimpresa.

Si svolgerà venerdì 15 febbraio 2013 a Roma l’incontro conclusivo del progetto di formazione aziendale “TEVERE – TEmatiche per la Valorizzazione delle Eccellenze Regionali” finanziato da Fondimpresa sull’avviso 3/2010 II scadenza. Durante l’incontro verranno esposti di fronte al Comitato Paritetico di Pilotaggio che ha dato attuazione e validato il piano gli importantissimi risultati raggiunti dallo stesso, che ha visto più di 100 aziende partecipare alle attività di formazione, scambiarsi best pratices lavorative e dar vita ad una vera e propria “rete” di competenze distribuita sull’intera regione Lazio.

Parlare di formazione continua in momenti congiunturali particolarmente difficili come quello che sta attualmente attraversando la nostra economia, in cui è necessario tagliare i costi o esternalizzare per sopravvivere, potrebbe forse sembrare anacronistico visto che le priorità della maggior parte delle imprese sembrano essere altre. Eppure, l’importanza strategica della formazione continua e dell’aggiornamento professionale delle risorse umane è stato uno degli obiettivi prioritari delle moltissime aziende che hanno preso parte al piano formativo TEVERE.

I diversi partner che componevano l’ATI di progetto, ossia Forma-Tec S.r.l. (Capofila), Confindustria Perform S.r.l., Literalia Formazione S.r.l. e Numen S.r.l., hanno predisposto un progetto di formazione aziendale su base regionale in grado di coinvolgere aziende delle province di Roma, Latina e Frosinone con l’intento di creare, attraverso l’integrazione delle loro diverse professionalità, una combinazione ottimale di competenze necessarie alla realizzazione di un percorso che aiutasse le aziende stesse ad adattarsi in maniera positiva di fronte alle difficoltà economiche del momento.

Il piano ha avuto dei risultati senza precedenti per l’intero indotto regionale: 3330 le ore di formazione erogate a 109 imprese e un numero di dipendenti coinvolti dalle diverse attività di formazione che arriva a 1050 unità, con un incremento del 38% rispetto a quanto previsto in sede di avvio del piano, nel marzo 2012. Le aree didattiche nelle quali si sono concentrate maggiormente le attività sono state quelle della sicurezza sui luoghi di lavoro, dell’impatto ambientale delle imprese, dello sviluppo organizzativo, della qualità, della lingua inglese e dell’informatica, mentre le aziende coinvolte, per lo più PMI, appartenevano a settori produttivi come il metalmeccanico, l’artigianato e i servizi.

Fondimpresa ancora una volta si presenta come un utilissimo canale di finanziamento in materia di formazione continua, ideale per quelle imprese che vogliono investire sulle potenzialità e sullo sviluppo delle competenze delle proprie risorse umane e adattarsi ai continui mutamenti socio-economici imposti dal mercato globale. Lo dimostrano le ormai 130.000 aziende iscritte al fondo che fanno formazione a livello nazionale e che ogni anno grazie a Fondimpresa puntano sull’innovazione, sullo sviluppo organizzativo e sulla riqualificazione delle abilità tecnico-professionali e di processo, credendo fortemente che la formazione dei propri dipendenti sia una delle leve strategiche su cui puntare per inseguire il successo ed uscire da questo momento di incertezza lavorativa.

 

La Redazione

Translate »