Conclusione progetto formativo CLAIM di Fondimpresa
claim-01

claim-01In data 20/06/2018 si è concluso il piano formativo Il Piano formativo C.L.A.I.M. – Competitività dei Lavoratori Attraverso l'Innovazione nella Metalmeccanica presentato dal soggetto proponente ATS CLAIM, composto da COPI Srl (Capofila), Università degli Studi di Cassino e del Lazio Meridionale, Da.Dif. s.r.l. e Galgano Informatica s.r.l. (Partner di ATS), a valere sull’Avviso 1/2016 di Fondimpresa. Esso ha proposto alle diverse imprese che hanno manifestato interesse a parteciparvi, operanti nelle regioni Lombardia, Lazio e Campania e tutte facenti parte del settore metalmeccanico, una serie di azioni formative volte a incentivare il loro sviluppo competitivo, in coerenza con i fabbisogni formativi rilevati e attraverso l’approfondimento e l’integrazione di tematiche formative riguardanti la qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti, l’innovazione organizzativa e la digitalizzazione dei processi aziendali.

Per la realizzazione del Piano si è partiti dall’analisi del contesto generale e aziendale in cui lo stesso va ad inserirsi. In seguito, nel presente formulario, verranno evidenziate le diverse attività svolte dal team di progettazione con i referenti delle aziende partecipanti, finalizzate a un inquadramento generale dei fabbisogni formativi che le stesse hanno manifestato in tale fase, in relazione a 3 delle aree tematiche previste dall’avviso 1/2016, ossia:

 

  1. qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti;

  2. innovazione organizzativa;

  3. digitalizzazione dei processi aziendali.

Tale processo ha puntato alla specializzazione del piano formativo sulle tre tipologie e aree tematiche individuate sopra, permettendo l’integrazione di tali tematiche e lo sviluppo di percorsi formativi trasversali e coerenti con le stesse, nella piena consapevolezza di raggiungere la finalità principale fissata da Fondimpresa nell’Avviso 1/2016, vale a dire lo sviluppo competitivo delle imprese aderenti.

La finalità del progetto è stata quella di sostenere e accompagnare le aziende beneficiarie in percorsi di sviluppo orientati alla crescita competitiva. In particolare, la Copi srl, in collaborazione con i responsabili aziendali, ha pianificato percorsi formativi incentrati sull’acquisizione di conoscenze e competenze specifiche necessarie per la pianificazione e il perfezionamento di progetti/intervento.

Le aziende coinvolte sono 66 aventi diversa natura dimensionale, di cui 54 di piccole dimensioni e 12 di medie dimensioni.

Il piano formativo ha formato un totale di 408 lavoratori rispetto ai 277 previsti.

I destinatari prioritari, sono costituiti dalle seguenti categorie: donne lavoratrici; lavoratori con età superiore a 50 anni, lavoratori sospesi (cassa integrazione, contratti di solidarietà), lavoratori stranieri; lavoratori giovani con età compresa tra 18 e 29 anni.

Il Piano ha previsto l'erogazione di 2280 ore di formazione suddivise in 644 ore su tematiche relative alla “qualificazione dei processi produttivi e dei prodotti”, 748 ore di “innovazione organizzativa” e 888 ore di “digitalizzazione dei  processi produttivi”, nonché la realizzazione di alcune attività non formative e preparatorie e di accompagnamento svolte dal team di progetto in collaborazione con i referenti aziendali.

Il processo che ha portato all’individuazione dei fabbisogni formativi ha previsto l’esecuzione di diverse attività, sviluppate in modo coordinato tra loro, ossia attività preparatorie e di accompagnamento e attività non formative, con cui sono state individuate le caratteristiche del contesto regionale e delle aziende per poi giungere alla definizione degli obiettivi qualitativi, generali e specifici distintivi del piano, degli strumenti e delle migliori modalità di azione per perseguire tali obiettivi.

Il team di progetto ha avviato una prima analisi del contesto e delle aziende del territorio campano, individuando e analizzando i fabbisogni formativi delle aziende per poi definire i percorsi formativi più funzionali alle esigenze aziendali e alla realizzazione dei progetti aziendali rilevati. È possibile evidenziare che i fabbisogni formativi rilevati sono espressione diretta di quanto pianificato e/o programmato dalle aziende per la realizzazione dei propri progetti/intervento.

L'ATS di progetto considera i risultati ottenuti nell’intervento attuato da ritenersi, nel suo complesso, molto positivi. Emerge, in conclusione, un segnale confortante per la pianificazione di future iniziative che agiscano da volano per la crescita competitiva delle imprese sul territorio di riferimento e/o su nuovi mercati.

 

 

 

La Redazione

Translate »